Diritti del passeggero

La tutela dei diritti dei passeggeri e della qualità dei servizi sono un aspetto fondamentale, costituendo il cardine delle erogazione di un servizio che sia all’altezza delle aspettative dei clienti. Le informazioni di base su diritti e tutela dei passeggeri negli scali europei vengono redatte periodicamente dalla Commissione Europea, così per gli scali italiani vengono pubblicate da ENAC nella Carta dei Diritti del Passeggero.

Per ulteriori informazioni sempre aggiornate riguardo ai diritti dei passeggeri del trasporto aereo, si può quindi far sempre riferimento alla Commissione Europea per i Trasporti ed all’ ENAC-Ente Nazionale Aviazione Civile.

E’ inoltre attivo (dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle 20:00) un numero verde istituito dall’ENAC (800 898121) per l’assistenza ai passeggeri e che fornisce una svariata serie di informazioni sulle Compagnie aeree operanti in Italia ed in Europa, sui diritti dei passeggeri, sugli scioperi etc.

ENAC: dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00.

Passeggeri a ridotta mobilità

PER I DIRITTI DEI PASSEGGERI DISABILI VISITA LA SEZIONE DEDICATA

Informazioni scioperi nel trasporto aereo

Per avere un aggiornamento in tempo reale su eventuali scioperi che dovessero essere programmati in Italia nel settore dei trasporti, si consiglia di visitare le sezioni dedicate nei siti internet del Ministero dei Trasporti e della Commissione Garanzia Scioperi, oltre che di seguire gli aggiornamenti degli organi di informazione.

Sicurezza vettori aerei

Tutte le compagnie aeree che operano all’interno della Comunità Europea sottostanno a rigidissime norme di sicurezza, che gli organi preposti verificano periodicamente e con attenzione. La Comunità Europea aggiorna regolarmente una black list di compagnie aeree mondiali che non rispettano gli standard di sicurezza internazionali e che quindi sconsiglia di utilizzare: alle stesse compagnie non è permesso di operare su alcun aeroporto della Comunità Europea. La lista più aggiornata è disponibile ondine sui siti della Comunità Europea e dell’ ENAC.

Consulta la black list aggiornata al 09.12.2016.